autunno squarci d'azzurro

SENTI ROSINA
Venezia: mirabolanti architetture, storie d’amore fra leggenda e realtà affascinavano i veneti dell’entroterra, quando visitavano la “Dominante “, non ancora servita dalla moderna ferrovia.

SE MI VOLEVI BEN
Il bersagliere forestiero, focoso e determinato anche nella tenzone d'amore, ha la meglio sul dolente e sprovveduto giovanotto di paese.

BALADA PARA LOS POETAS ANDALUCES DE HOY
(Poetas andaluçes) Nell'ode all'amico Garcia Lorca, fucilato dai franchisti nel 1936, il poeta e pittore Rafael Alberti crede nella riaffermazione dei valori spirituali, al ritorno delle libertà democratiche.

NOI SIAMO I TRE RE
Oro, incenso, mirra: quale valore simbolico assumono i doni che i magi, venuti da lontano, recano al tanto atteso Bambino?

I RADICI DA MONFUMO
L'aver acquisito parlate e costumi diversi da quelli del proprio contado espone le giovani asolane a maliziose, insinuanti critiche. Forse, potranno accasarsi solo con uno sprovveduto scapolone (madegoto).

MESSAGGIO DI...
Il bimbo, morto in un istante tragico, non parla dal piccolo, venerato sepolcro ai giovani genitori angosciati. Dal profondo dei loro stessi cuori, dalla vivifica luce in cui si è sublimato, proviene la sua voce.

O DIO, QUANTI DEBITI!
L'incallito scapolone, devoto di Bacco, non si preoccupa delle pressanti richieste dei creditori. Per quanto riguarda i debiti, Dio vede e provvede!

LA COMPLAINTE DU MARCHAND
Una dolce, immeritata famiglia è l'unica consolazione del giovane, scriteriato commerciante, condannato al carcere duro.

LA BELA FRIN FRON
Forse seguiva le truppe che scendevano in Italia dai valichi alpini. Una vita non proprio pudica le ha dato, se non altro,la soddisfazione di essere ragazza-madre di un robusto marmocchietto.

LA BICICLETA
Quando Silvio Pedrotti, indimenticabile maestro della S.A.T, raccolse questa canzone, la "bicicleta" era forse qualcosa di più che "un trapel".

O ANGIOLINA...
La dominazione napoleonica fu assai più rapace di quella asburgica; durante quest'ultima, però, i Veneti e altri italiani pensarono al Piemonte come alla terra promotrice della libertà nazionale.

DAFINO VINO
Il vino nero “ Càrveno vino ” portato al tavolo dalla graziosa Dafino stempera anche l’ostentata aggressività dei predoni turchi, che fino all’ottocento hanno fatto i vandali per tutta la Bulgaria.

DORMI DORMI
Sarai grande un dì...” In questa tenera, solitaria mamma russa ci è consolante riconoscere Maria, che contempla estasiata il suo Divino Figlioletto

SOTO EL PONTE DE SAN VETOR
“San Vetor “ è il patrono di Feltre In qualità di santo martire Vorrà perdonare chi si è servito del suo nome per facilitare la rima, nella canzone della capricciosa “figlia del dotor”

CANTICO DEI CANTICI
Quanti candidi vestiti da festa, quante chiome ingentilite da un fiore rosso svanirono nel teutonico furore antisemitico! "Avete visto il mio amore... e una stella gialla sopra il cuore?"

LA STRADA DEL BOSCO
E’ fonte di gioia il cantare Senza alcun sottintendimento lubrico, arie improntate alla popolarità, anche in distensive gite di parrocchia.

DORMI, BAMBINO DIVIN
Si acuisce la sensibilità nei cantori ed in chi li ascolta, al fluire della melodia che caratterizza la partitura del grande Mozart.

LA COTOETA STRETA
L’acquisizione non spontanea di modi vagamente signorili, fuori dal proprio ambiente, esponeva al dileggio le ragazze del contado ed anche i loro genitori

THE GREEN LEAVES OF SUMMER
Le persone care, il verde della terra natia Tornano alla mente di Davy Crockett

Assediato dai messicani nel forte di Alamo Era il 1836,la musica struggente fa da sottofondo

Alle immagini del film “ La battaglia di Alamo “

Rimani aggiornato sulle nostre attività

Iscriviti ora alla nostra newsletter per sapere in anticipo tutti gli appuntamenti con il Coro Val Canzoi!

Noi ci teniamo alla tua privacy. La tua mail sarà usata esclusivamente per comunicazioni dal Coro Val Canzoi.